Qui di seguito abbiamo selezionato per voi alcune delle domande che sono fatte con maggior frequenza cercando di darvi delle risposte chiare semplici ed esaustive. Speriamo di aver scelto quelle più importanti per voi. Buona lettura!

  1. Con quale frequenza devo bagnare la mia pianta e qual’ è la posizione migliore in cui metterla?
  2. Le foglie delle mia piante sono afflosciate anche se gli do acqua a sufficienza. Com’è possibile?
  3. Il mio Bonsai o il mio Ficus stanno perdendo le foglie ? Come posso prevenirne la caduta?
  4. Le piante possono essere dannose per la salute degli uomini o degli animali?
  5. Quanto può diventare grande la mia pianta della Take-a-way?
  6. Cosa posso fare per impedire che la mia pianta si ammali?
  7. Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso l’afide verde?
  8. Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso l’acaro rosso?
  9. Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso la cocciniglia o mealybugs?


1. Con quale frequenza devo bagnare la mia pianta e qual’ è la posizione migliore in cui metterla?

Con quale frequenza devo bagnare la mia pianta e qual’ è la posizione migliore in cui metterla?
Dipende dalla specie della pianta. Visitate la sezione ‘piante’ e cliccate sulla varietà di pianta della Take-a-way che avete acquistato o vi hanno regalato. Potete anche guardare nella sezione ‘cura delle piante ’ e scorrere il mouse fino a che non troverete la vostra felce o la vostra spiralis. Nella sezione ‘ come curare il bamboo ’, ad esempio, potrete trovare tutte le informazioni necessarie per mantenere sano e rigoglioso il vostro bamboo.

(torna su)


2. Le foglie delle mia piante sono afflosciate anche se gli do acqua a sufficienza. Com’è possibile?

Le foglie delle mie piante sono afflosciate anche se gli do acqua a sufficienza. Com’è possibile?
Cosa pensate possa essere successo alla vostra pianta e alle sue foglie che, anche se le state dando le giuste cure ed acqua a sufficienza, mostra comunque un disagio e le foglie iniziano a cadere e a diventare gialle? E’ possibile che non siate troppo entusiasti nel curare la vostra pianta. Se la bagnate troppo o in modo irregolare è comunque possibile che soffra e che muoia. Le radici inoltre non hanno bisogno solo d’acqua, devono avere abbastanza ossigeno. Quando alla vostra pianta date troppa acqua si verifica un’ asfissia del terreno che si satura,le radici si trovano quindi a ricevere ossigeno insufficiente. In questa situazione le radici non sono più in grado di assorbire l’acqua, le foglie iniziano a diventare gialle, e nel giro di poco tempo cadono. E’ anche possibile che le radici stiano marcendo. Controllate se vi è dell’acqua residua nel fondo del vaso e, se non necessaria, toglietela. Non bagnate la pianta fino a che non vedete il terreno completamente secco. Con questi piccoli accorgimenti e con un po’ di fortuna la vostra pianta si riprenderà. Se invece ormai è troppo tardi ed il danno ormai irreparabile siamo spiacenti, ma è tempo di comprare una nuova pianta dedicandole questa volta il tempo necessario e le cure più adeguate.

(torna su)


3. Il mio Bonsai o il mio Ficus stanno perdendo le foglie ? Come posso prevenirne la caduta?

Il mio Bonsai o il mio Ficus stanno perdendo le foglie? Come posso prevenirne la caduta?
Visitate la pagina in cui vi è la descrizione del Bonsai. Qui troverete le informazioni specifiche e dettagliate su come aver cura della vostra pianta o alberello di Bonsai. Non dimenticate che i bonsai sono molto delicati e hanno bisogno di tutte le vostre cure.

(torna su)


4. Le piante possono essere dannose per la salute degli uomini o degli animali?

No. Le piante sono sane, molto benevole e attente sia dei bisogni umani che di quelli del mondo animale. Cliccate nella sezione ‘Salute’’ e troverete tutte le informazioni utili per la vostra salute e quelle delle vostre piante. Non ingerite alcuna parte delle piante decorative. Tenete lontane dai bambini piccoli le piante velenose. Vi sono piante che sono commestibili come l’erba gatta ed il Cyperus. Potete trovare informazioni dettagliate sull’erba gatta nella sezione ‘piante’. Cercate la pianta con l’aspetto erbaceo, con molte foglie. O cliccate su questo link.

(torna su)


5. Quanto può diventare grande la mia pianta della Take-a-way?

Quanto può diventare grande la mia pianta della Take-a-way?
Questo dipende dalla varietà di pianta e da quanto cresce se lasciata nel suo habitat naturale. La maggior parte delle piante vendute con l’etichetta della Take-a-way non diventano molto più grandi rispetto a quando le avete acquistate per la prima volta. Sono poche quelle che crescono molto. Ricordate che le piante devono essere curate sempre con molta attenzione. Se vi è possibile innaffiatele con acqua piovana e di tanto in tanto datele del nutrimento specifico per piante in vaso. Controllate sempre che siano state messe dove possano ricevere la giusta quantità di luce solare e, solo se necessario, anche la luce diretta del sole. A scadenze fisse è meglio rinvasare la pianta in un vaso di dimensioni leggermente maggiori rispetto a quello in cui è stata piantata. Un po’ di spazio in più giova sempre. E’ questo il modo migliore per farla crescere rigogliosa ed assicurarsi una copiosa fioritura. In caso diventi troppo grande potrete sempre tagliarla. Il periodo migliore è all’inizio della primavera. In questo periodo infatti riceve luce a sufficienza per sopravvivere anche a momenti difficili e nel giro di poco tempo potrà regalarvi di nuovo foglie giovani ed una copiosa fioritura.

(torna su)


6. Cosa posso fare per impedire che la mia pianta si ammali?

Cosa posso fare per impedire che la mia pianta si ammali?
Una pianta può subire dei danni se si verificano alcune situazioni specifiche come ad esempio, se è troppo secca o troppo bagnata, se riceve troppa luce diretta del sole o se è completamente al buio. Esattamente come per i bisogni umani, quando una pianta è stressata è più soggetta a malattie e di conseguenza agli attacchi dei parassiti. E’ molto importante darle le cure giuste ed essere sempre informati su quali sono le necessità specifiche delle singole varietà. Controllate ogni specifica necessità nella sezione ‘ cura delle piante ’, fornita direttamente dalla Take-a-way. Vi sono comunque alcune regole generiche: se una pianta è troppo secca è facilmente attaccabile dall’ acaro rosso o dalla cocciniglia. Se una pianta è troppo bagnata e con radici sempre umide si rischia che queste marciscono, perché la terra non è più in grado di assorbire ulteriori quantità d’acqua. Ci sono molti fattori che possono influire sulla salute e sulla bellezza della vostra pianta. Ma purtroppo vi sono anche situazioni in cui non c’è niente da fare. Alcune piante dopo aver raggiunto la completa maturità invecchiano e quindi muoiono. Se succede non rimane altro che comprarne una nuova.

(torna su)


7. Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso l’afide verde?

Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso l’afide verde?
Gli afidi verdi sono dei piccolissimi insetti verdi, a volte neri, che succhiano la linfa delle piante con i loro piccolissimi dentini. Preferiscono i germogli giovani perché sono più morbidi e più digeribili. Gli afidi verdi portano quasi alla rottura della pianta che diventa storta e si arresta sia nella crescita che nella fioritura. Sia il vostro rivenditore di fiducia che nei migliori garden centre potranno consigliarvi al meglio e proporvi l’insetticida più adatto alla situazione. La maggior parte hanno componenti biologiche e possono essere sciolti nell’acqua del rubinetto e nebulizzate sulla pianta. Alcune persone sostengono che può essere molto efficace nebulizzare una quantità d’acqua con una minima percentuale d’ alcol denaturato e sapone verde. Fate questo trattamento di sera in modo da non bruciare la pianta con il sole diretto. Un vecchio trucco dice anche di inserire dell’aglio nel terreno, sembra infatti, che gli afidi verdi, non amino l’odore dell’aglio. Scegliete il rimedio che considerate più idoneo, l’importante è riuscire a debellare ed eliminare in modo definitivo dalla vostra pianta questo fastidioso e dannoso parassita.

(torna su)


8. Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso l’acaro rosso?

Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso l’acaro rosso?
L’acaro rosso è un piccolo acaro che si insedia alla base delle foglie. L’acaro è difficilmente visibile ad occhio nudo. Il primo segnale lo riscontrate bagnando la vostra pianta perché vedrete delle gocce dell’acqua finire in una sorta di minuscola ragnatela pressoché invisibile. Quando ormai la pianta è totalmente infestata le foglie diventano grigiastre o gialle. E’ un insetto molto difficile da debellare. L’unico rimedio è ricordarsi che odiano l’acqua fredda! Una volta al giorno nebulizzate la pianta con acqua e controllate che l’acqua raggiunga l’estremità delle foglie ed ogni altra parte della pianta dove vi sia la presenza dell’insetto. E’ molto probabile che in questo modo salverete la vostra pianta. Se proprio non ce la farete non vi resta altro che eliminarla e comprarne una nuova.

(torna su)


9. Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso la cocciniglia o mealybugs?

Cosa devo fare se vedo che la mia pianta ha preso la cocciniglia o mosca bianca?
Debellare la cocciniglia o mosca bianca è sempre molto difficile,ma comunque non impossibile,. E’ un tipo d’insetto che colpisce la pianta solo se è in uno stato di salute precaria. L’ insetto è riconoscibile solo guardando attentamente e molto da vicino le foglie della vostra pianta, è infatti costituito da delle microscopiche squame all’estremità delle foglie, vicino alle venature. Sotto queste piccolissime squame si trovano questi piccolissimi insetti che succhiano la linfa delle piante. Le mosche bianche stanno rintanatane esattamente nella stessa posizione, ma hanno un aspetto diverso. Assomigliano a dei piccoli batuffoli di cotone bianco, che proteggono questa piccola mosca che si nasconde all’interno. Fino a che rimane rintanata in questo suo eccezionale metodo protettivo è molto difficile riuscire a debellarla, qualsiasi tipo di sostanza si pensi di usare. La cosa migliore da fare è rivolgersi al vostro rivenditore di fiducia o al vostro garden centre e chiedere ad un esperto il rimedio più adatto.

(torna su)
 
IT
NL
DE
FR
GB
ES
Facebook